Avviso di collocamento del Prestito Obbligazionario Convertibile

19 marzo 2018

Il Consiglio di Amministrazione di Health Italia S.p.A., PMI innovativa quotata sul mercato AIM Italia, tra le più grandi realtà indipendenti del mercato italiano che operano nella Sanità Integrativa, ha deliberato in data 16 marzo u.s. l’emissione di un prestito obbligazionario convertibile in azioni di Health Italia S.p.A., dando esecuzione alla delega ricevuta dall’assemblea straordinaria dei soci del 28 dicembre 2017.

Il prestito obbligazionario, di importo complessivo massimo pari a Euro 10.000.000,00 e con durata cinque anni, sarà denominato “HI 2018-2023”, costituito da un massimo di n. 200 obbligazioni del valore nominale di Euro 50.000,00 ciascuna (“POC” o “Obbligazioni”), offerto con esclusione del diritto di opzione, in quanto riservato unicamente a investitori qualificati ai sensi dell’art. 34-ter, comma 1, lettera b) del Regolamento Consob n. 11971 del 1999 (“Regolamento 11971”), italiani e/o esteri, con esclusione degli investitori residenti negli Stati Uniti di America, Australia, Canada e Giappone.

A compendio dell’emissione del POC, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato l’approvazione di un aumento del capitale sociale per un importo massimo complessivo pari a Euro 2.000.000,00 al servizio esclusivo della conversione delle menzionate obbligazioni, oltre ad un sovrapprezzo di importo massimo di euro 8.000.000,00.

Le Obbligazioni saranno emesse alla pari ed avranno una cedola annuale a tasso fisso compresa tra il 4,25% e il 4,75%. Il prezzo di conversione iniziale delle Obbligazioni sarà determinato applicando un premio compreso tra il 40% e il 50% al prezzo medio delle azioni Health Italia calcolato come media ponderata degli ultimi 5 gg antecedenti la data di chiusura del collocamento.

I risultati del collocamento, insieme ai termini definitivi del prestito che saranno determinati a seguito del bookbuilding, verranno comunicati non appena disponibili. L’operazione permetterà alla Società di conseguire proventi che verranno impiegati per lo sviluppo
delle attività previste dal Piano Industriale 2018-2020 deliberato il 28 dicembre 2017 che prevede una significativa crescita dei ricavi fino a 60 milioni di euro con un Ebitda superiore al 30% tramite:

• una importante accelerazione dello sviluppo del business tradizionale;

• l’apertura degli Health Point, sportelli di sanità leggera collocati nei centri

commerciali, nelle stazioni e in posizione strategiche nelle principali citta italiane al
fine di consentire prossimità ed accessibilità a tutti i cittadini ai servizi di sanità
integrativa offerti dal gruppo;

• l’apertura di centri polispecialistici e dentistici in una logica di integrazione verticale
del modello di business aziendale;

• lo sviluppo distributivo dei farmaci naturali prodotti dalla controllata SBM in una
logica di integrazione orizzontale del modello di business;

• la realizzazione di eventuali acquisizioni di strat up e/o realtà innovative che
abbiamo un elevata compatibilità con il modello organizzativo in uso al gruppo.

Nel contesto del collocamento delle Obbligazioni, Mediobanca – Banca di Credito Finanziario  S.p.A. agirà in qualità di Sole Bookrunner ed Health Italia sarà soggetta a vincoli di lock-up per un periodo di 180 giorni dalla data odierna.

Questo comunicato stampa (e le informazioni ivi contenute) non contiene né costituisce un’offerta di vendita di strumenti finanziari o una sollecitazione di offerta di acquisto di strumenti finanziari rivolta al pubblico, essendo riservato esclusivamente a “investitori qualificati” ai sensi dell’art. 34-ter, comma 1, lettera b) del Regolamento Consob n. 11971 del 1999 (“Regolamento 11971”), italiani e/o esteri, con esclusione degli investitori residenti negli Stati Uniti di America, Australia, Canada e Giappone nonché in qualsiasi altro paese in cui tale offerta o sollecitazione sarebbe soggetta all’autorizzazione da parte di autorità locali o comunque vietata ai sensi di legge (gli “altri paesi”). Gli strumenti finanziari ivi indicati non sono stati e non saranno registrati ai sensi dello u.s. securities act del 1933, come successivamente modificato (il “securities act”), o ai sensi delle corrispondenti normative vigenti negli “altri paesi” e non possono essere offerti o venduti negli stati uniti o  a “u.s. persons” salvo che i titoli siano registrati ai sensi del securities act o in presenza di un’esenzione dalla registrazione applicabile ai sensi del securities act. Non si intende effettuare alcuna offerta al pubblico di tali strumenti finanziari negli stati uniti o negli “altri paesi”.

 

Leggi il comunicato stampa