Health Italia S.p.A. investe nel capitale di Banca Igea-Fucino

9 Luglio 2019

Formello (RM), 9 luglio 2019

Con un investimento di 750.000 euro Health Italia S.p.A. partecipa all’aumento di capitale di Igea Banca, impegnata nell’acquisizione della Banca del Fucino.

Health Italia S.p.A., quotata dal 9 febbraio 2017 al mercato AIM di Borsa Italiana e tra i principali attori nel mercato italiano della sanità integrativa e della gestione dei processi del benessere di famiglie e dipendenti di aziende, con intensità persegue gli obiettivi del Piano Industriale 2018-2020 che prevede un importante incremento dei ricavi attesi e della redditività ed, in questa logica, impegna parte delle proprie risorse finanziarie per qualificarsi come azionista e partner del nuovo istituto di credito in una delle più significative operazioni bancarie italiane.

L’attenta valutazione degli interessanti risvolti finanziari attesi dall’operazione e delle importanti prospettive di business hanno determinato la convinzione negli azionisti e nei manager di Health Italia S.p.A. che, la possibilità di coniugare il radicamento territoriale e le capacità di innovazione del modello distributivo del nuovo istituto bancario con la propria competenza nel settore della sanità integrativa e dei percorsi del benessere, anche nell’ambito delle iniziative di sistemi organizzati in progetti di sviluppo commerciale dei processi distributivi banca-mutua, possa comportare un significativo sviluppo sinergico dei rispettivi modelli di offerta in un’ottica di fidelizzazione ed ampliamento della clientela.

Da questa visione strategica è nata la decisione di Health Italia S.p.A. di investire nel capitale del nuovo istituto bancario e con un accordo sottoscritto a Giugno 2019 che prevede I’esclusiva per il quinquennio 2019/2024 per la distribuzione di prodotti e servizi di Health Italia S.p.A. nelle oltre 30 filiali del Gruppo Igea-Fucino.

L’acquisizione della Banca del Fucino, storico istituto capitolino, vede coinvolti diversi soci privati ed istituzionali, in una interessante operazione di sistema.

Con questa operazione, che attende l’esito dell’istanza pendente in BCE, la Banca  inizierà un percorso di forte rilancio che contemplerà la valorizzazione dei suoi tradizionali elementi di forza, quali il radicamento territoriale nel Lazio ed in Abruzzo ed il private banking, nel quadro di un modello di business orientato decisamente alla specializzazione ed all’innovazione, con un’operazione di mercato che ha privilegiato l’individuazione di investitori esclusivamente italiani, tra i quali appunto Health Italia S.p.A.

Leggi il comunicato stampa integrale